Come un gabbiano

È l’equilibrio che alle barche fa tagliare il mare
Che al silenzio dà occhi e bocca per chiarire tutto senza parole
Al cielo regala il vento per poter cambiare
E alla lava il sale, perché il mare possa giocare

Tra il nero e il bianco trova il colore
Tra notte e giorno irrompe il bagliore
Tra acqua e fuoco l’eterno calore.

Controllo il vento, apro le ali.

La proporzione
tra libertà e amore
come un gabbiano
con il mio grido
vorrei narrare.