La vita è adesso

Quella strada e quel tuo treno
Camminando poi a un metro di distanza,
come toro e torero.

Tu che adagi le parole, io che gioco col rumore
C’è un gran caldo, sono poche queste ore,
senza meta e contro sole.

La complicità che arranca
quando il tempo è racchiuso come il vetro e la bevanda.
Come vita concentrata
in 3 ore, in 2 spesso e 1 dose di permesso.

Quando dici che mi ami, è la vita ed è adesso.
E lo sai che ho pensato… l’impossibile è ammesso.
Ma ho soltanto spalancato una porta
col cartello “qui il divieto ha accesso”.

Su quel marciapiede ferma, ora scendo.

E il verbale d’infrazione, che mi prendo,
io domani lo incornicio… e lo appendo.