Credevo

Credevo che il buio fosse un tratto di matita
e che il sole, dagli angoli dei fogli spuntasse divertito.

Pane, burro e marmellata
credevo agli inverni nasi rossi e cioccolata.

Credevo nelle corse per i campi, nelle gite.
E credevo nelle gare, nei rivali, nelle sfide.

Credevo che il maltempo svanisse sulla linea d’orizzonte
e che il mare sulla vita non lasciasse mai impronte.

Credevo che il diario fosse l’unico a capire.
Quando il cuore arrossiva e si chiudeva per tacere
credevo che l’amore dopo il punto l’avrei fatto scomparire.

Che la Luna fosse culla delle barche ferme e stanche
e la notte il cadere delle stelle giù dai fianchi.

Che la vita fosse come una corrente
Sale, scende, muove in cerchio, poi riprende.

IMG_9072

Annunci

5 thoughts on “Credevo

  1. Le5stanze ha detto:

    che bella e che tenerezza:)

    Liked by 1 persona

  2. cristinadipietro ha detto:

    Davvero dei versi modello. Freschi e curati. Densi e leggeri.

    Liked by 1 persona

  3. Nyno ha detto:

    L’ho riletto
    due volte.
    Immenso
    come
    te
    che lo hai scritto.

    Nyno.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...