Cancello

Macchiato, sudato, corretto, si chiamava foglio.
E quando sul bianco cadeva una ciglia
sotto la penna restava quel segno, preciso d’un taglio.

Sincera, rancore, mancare, amore, ancora, finora…
Genero testo da tasto, faccio prove senza parole.
E ricordo le volte che potevo stracciare.

Il tempo è scaduto, scrittore!
Scegliere nuovo modello, salvare.

Il monitor brilla e non ho scritto nulla,
Non parlo e ti chiamo “Cancello”.
Apri o chiudi, oppure togli gli sbagli.
Tra verbo e parola, fai tu il mio duello.

IMG_5550

Annunci

4 thoughts on “Cancello

  1. Il Prossimo Cielo ha detto:

    Il pensiero una volta parola, vuole lasciare la sua orma
    Cancelliamo il momento inutile ma osanniamo il foglio vestito a festa
    Radioso week end
    Eloi

    Liked by 1 persona

  2. silviadeangelis40d ha detto:

    Sempre originalissimo, e pieno di significato il tuo poetare
    Un sorriso,silvia

    Liked by 1 persona

  3. Sarindi ha detto:

    Insolita anche la foto…mi piace l’idea di regalare poesie ai passanti…e vedere quei volti, piacevolmente smarriti…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...