Stampe

Non c’è azione che rimpiazzi un ricordo.
Nessun disegno, sogno, intenzione.
Sfacciate immagini sacre
che non lasciano scampo alle imperfezioni.
Convertono il negativo in luce assoluta

Ogni difetto affoga nella camera oscura d’un battito di ciglia
E davanti agli occhi arrivano esclusive e candide
le immagini del tempo.
Vivide e colorate nella loro falsa perfezione.

Per sbiadire, stampare sopra.
Stampare sopra per aggiungere
Stampare sopra per continuare.

Ristampare sopra, di seguito.
Avanti, ancora, di seguito, ristampare.

stampa

Camerini

L’azzurro mi disorienta. Una porta blu meglio varcarla per mano potendo, non so perché.
La verde no. Ho imparato dagli occhi che la speranza è si ultima, ma muore.
Al giallo bisogna essere molto preparati, si deve filtrare e ci vogliono lenti veloci.
Infine ho scelto, perché dalla porta arancio si torna, perché nella mia casa le pareti sono color albicocca matura.

Perchè io detesto maledettamente andarmene.

camerini